DSM rilascia materiale di stampa 3D a estrusione PA6 / 66 ignifugo certificato UL

DSM ha annunciato il rilascio di unmateriale PA6 / 66 ritardante di fiamma certificato UL per l’uso su piattaforme di stampa 3D basate su estrusione aperte.

Novamid AM1030 FR è stato certificato attraverso il programma Blue Card UL dopo aver effettuato i test con una parte prodotta su Ultimaker S5 .

Il materiale è stato sviluppato dalla tecnologia Novamid di DSM ed è certificato come V0 (arresto della combustione entro 10 secondi su un campione verticale) a 1,6 e 3,2 mm e V2 (arresto della combustione entro 30 secondi su un campione verticale) a 0,85 mm. DSM ritiene che il livello di ritardante di fiamma del materiale lo renda adatto all’applicazione nei settori automobilistico ed elettronico.

È stato valutato da UL attraverso il suo programma di certificazione Blue Card, progettato specificamente per fornire l’accreditamento a materiali di produzione additivi. Sebbene i test Blue Card certifichino la combinazione di materiale e stampante, in questo caso Ultimaker S5, DSM ha progettato il materiale in modo che possa essere utilizzato con qualsiasi sistema di estrusione aperto.

La società, attraverso la collaborazione con i fornitori e gli utenti della tecnologia di produzione additiva, sta lavorando per immettere sul mercato materiali ad alte prestazioni e contribuire a consentire la produzione di parti per uso finale.

“Il passaggio dalla produzione additiva alla produzione industriale su vasta scala richiede più materiali in grado di soddisfare le esigenze dei clienti e del mercato”, ha commentato Nirali Surati, Product Manager Additive Manufacturing presso DSM. “Questa innovazione nei materiali ignifughi sblocca la stampa 3D economica per le applicazioni che devono soddisfare gli standard governativi e di settore in materia di infiammabilità.”

“A causa della continua penetrazione della stampa 3D nelle applicazioni industriali, abbiamo notato una crescente domanda da parte degli utenti finali di standardizzazione, prevedibilità e affidabilità della stampa 3D FFF”, ha dichiarato Stefan Weyrich, Business Development Manager, Materials presso Ultimaker. “Grazie alla collaborazione tra DSM e Ultimaker, è ora possibile per i clienti industriali produrre componenti funzionali che sono validati dalla società di sicurezza e conformità UL.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *