Auto elettriche: i posti migliori e peggiori per caricare la tua auto

Il governo ha pubblicato nuove classifiche che mostrano quali regioni del Regno Unito hanno il maggior numero di punti di ricarica per i conducenti di veicoli elettrici.

La maggior parte per 100.000 persone è a Londra, seguita dalla Scozia, mentre lo Yorkshire è il peggiore di quella misura.

Fuori da Londra, Orkney e Milton Keynes ne hanno di più. Ma Barrow-in-Furness e Scilly non ne hanno nessuno.

Il governo offre alle autorità locali 5 milioni di sterline in finanziamenti per nuovi punti di ricarica.

Il governo vuole che il Regno Unito abbia emissioni nette di carbonio pari a zero entro il 2050.

Scottish Power stima che per raggiungere questo obiettivo, il Regno Unito deve disporre di 25 milioni di punti di ricarica per veicoli elettrici – l’equivalente dell’installazione di 4.000 al giorno – e 23 milioni di pompe di calore elettriche per sostituire le caldaie a gas domestico.

E tutto ad un costo di quasi £ 300 miliardi.

L’amministratore delegato di Scottish Power, Keith Anderson, ha dichiarato il mese scorso al programma BBC della BBC che la gente aveva bisogno di vedere che c’era una rete per poter cambiare, ad esempio, con modalità di trasporto più pulite.

Il mese scorso, il governo ha annunciato che i conducenti di auto elettriche in tutto il Regno Unito potrebbero presto utilizzare speciali targhe verdi nell’ambito di nuovi piani.

L’obiettivo è quello di consentire alle autorità locali di consentire ai veicoli a emissioni zero di beneficiare di incentivi quali parcheggi più economici.

Il governo spera che aumenterà le vendite di auto elettriche, aiutandolo a raggiungere il suo obiettivo 2050 di emissioni nette zero.

Ma Friends of the Earth ha affermato che senza migliori incentivi finanziari e più punti di ricarica, ben poco cambierebbe.

Nonostante siano in aumento, i veicoli completamente elettrici rappresentano ancora solo una frazione delle vendite totali di auto e ci sono sfide da raccogliere, tra cui la mancanza di punti di ricarica sulle strade e troppo pochi modelli a basso costo.

Il governo ha affermato che un simile schema di targhe, introdotto in via sperimentale nella provincia canadese dell’Ontario, ha portato ad un aumento delle immatricolazioni di veicoli elettrici.

I critici affermano che potrebbe favorire il risentimento e sarebbe meglio uno schema di demolizione per le auto a combustione di carburante.

Mentre le auto possono essere costose rispetto a quelle a benzina, sono anche difficili da realizzare commercialmente da zero.

A ottobre, Dyson, la società tecnologica nota per i suoi aspirapolvere, ha demolito un progetto per la costruzione di auto elettriche.

La società, guidata dall’inventore britannico Sir James Dyson, affermò che i suoi ingegneri avevano sviluppato una “fantastica macchina elettrica”, ma che non avrebbe colpito le strade perché non era “commercialmente praticabile”.

In una e-mail inviata a tutti i dipendenti, Sir James ha dichiarato che la società ha tentato senza successo di trovare un acquirente per il progetto. La divisione impiegava 500 lavoratori nel Regno Unito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *